Domande e risposte frequenti FAQ

Il massimo valore al tuo oro e argento a Vicenza

Domande e risposte frequenti sulla vendita di preziosi

Perché se vendo preziosi devo esibire il documento di identità?

Per evitare riciclaggio di denaro sporco o di merce di illecita provenienza.

Meglio quindi rispettare le norme di pubblica sicurezza.

In accordo con la normativa vigente si esige la registrazione di qualsiasi attività di compravendita di gioielli usati su registri del commercio, come previsto dall’Art. 128 del TULPS.

È quindi obbligatorio mostrare un documento di identità in corso di validità, quali patente di guida, carta d’identità europea o passaporto al momento della vendita dei vostri preziosi.

Lo Stato, al fine di tutelare l’ordine pubblico ed impedire operazioni illecite, pretende la registrazione, su appositi registri vidimati dalle questure, di tutte le compravendite di oggetti preziosi usati. I titolari dei Compro oro sono tenuti a registrare le generalità del cliente, il materiale acquistato ed il prezzo pattuito.

Perché l’oro ha diversi colori?

L’oro ha tre tipi di colori, bianco, giallo e rosso.

Il colore viene determinato dai metalli che vengono aggiunti all’oro per formare la lega utile alla lavorazione.

Aggiungendo maggiore quantità di rame si otterranno leghe di colore rossastro più comunemente detto “oro rosso”, aggiungendo maggiori quantità di argento si otterrà una lega più bianca, quindi “oro bianco”.

Il titolo dell’oro è sempre quello non vi è differenza di valore tra l’oro bianco, giallo e rosso.

L’oro bianco da gioielleria è composto al 75% da oro, ed al 25% da nichel, argento o palladio.

La differenza tra oro bianco e giallo consiste quindi nei tipi di metalli di cui è composta la lega, i quali sono responsabili del colore “giallo”, “bianco” e “rosso”dei gioielli.

Come posso vendere i miei gioielli o preziosi?

Porta i tuoi preziosi presso uno dei nostri negozi più vicino a casa tua, porta con te un documento di riconoscimento valido e il tuo codice fiscale.

La commessa del negozio, prima di qualsiasi cosa farà un’ accurata valutazione dei tuoi preziosi, questo in base alla caratura degli oggetti stessi e al loro peso.

Successivamente ti farà una proposta in base alla valutazione fatta precedentemente e tu potrai scegliere se lasciare i tuoi preziosi in cambio di contanti!

Il passo successivo è compilare un modulo con i tuoi dati, due firme e l’oro è venduto.
Contanti alla mano, assegno o bonifico bancario, a seconda di ciò che si concorda con la commessa e in base alle normative vigenti.

Hai altre domande? 

Clicca qui.

Share